Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

Non sei registrato? REGISTRATI!

 Tutti i Forum
 AREA STORICA
 Presente e futuro dell'Alfa
 Gruppo Fiat e marchio Alfa Romeo - il futuro.

Nota: Devi essere registrato per poter inserire un messaggio.
Per registrarti, clicca qui. La Registrazione è semplice e gratuita!

Larghezza finestra:
Nome Utente:
Password:
Modo:
Formato: GrassettoCorsivoSottolineatoBarrato Aggiungi Spoiler Allinea a  SinistraCentraAllinea a Destra Riga Orizzontale Inserisci linkInserisci EmailInserisci FlashInserisci Immagine Inserisci CodiceInserisci CitazioneInserisci Lista Inserisci Faccine
   
Icona Messaggio:              
             
Messaggio:

  * Il codice HTML è OFF
* Il Codice Forum è ON

Faccine
Felice [:)] Davvero Felice [:D] Caldo [8D] Imbarazzato [:I]
Goloso [:P] Diavoletto [):] Occhiolino [;)] Clown [:o)]
Occhio Nero [B)] Palla Otto [8] Infelice [:(] Compiaciuto [8)]
Scioccato [:0] Arrabbiato [:(!] Morto [xx(] Assonnato [|)]
Bacio [:X] Approvazione [^] Disapprovazione [V] Domanda [?]

   Allega file  Crea album
  Clicca qui per inserire la tua firma nel messaggio.
    

V I S U A L I Z Z A    D I S C U S S I O N E
stefanosir Inserito il - 29/10/2013 : 10:28:12
Alfa Romeo non è più da molto tempo una società per azioni dal momento che è stata incorporata in altra società facente parte del Gruppo Fiat che, dopo vari processi di accorpamento e diverse riorganizzazioni del Gruppo stesso, possiamo di ritrovare oggi all’interno di Fiat Auto s.p.a..

Alfa Romeo è ormai, quindi, soltanto un marchio, un brand che Fiat Auto s.p.a. utilizza per contraddistinguere una parte importante delle vetture che produce; quel marchio individua quelle vetture che si dovrebbero connotare e distinguere proprio per quelle caratteristiche che hanno reso celebre il marchio Alfa Romeo nel mondo: sportività, tecnica sopraffina, forte personalità nella guida e nella linee, produzione di vetture nate per le gare ma anche di vetture destinate al grande pubblico (e quindi accessibili a molti) ma con prestazioni superiori alla concorrenza.

Così, pur con fasi alterne, è stato nel passato; oggi il marchio è relegato a connotare vetture coma la Mito e la Giulietta (la 159 è fuori produzione da tempo e le sue vendite sono limitate agli ultimi esemplari disponibili), auto discrete nei rispettivi segmenti di mercato, ma che non si identificano forse al 100% con quel tipo di vettura che l’immaginario collettivo associa ad un marchio come quello di Alfa Romeo.

E’ comunque un errore, o per lo meno, sarebbe quantomeno fuorviante parlare del marchio Alfa (e delle sue vetture) se non si alza lo sguardo e non si considera in quale panorama questo brand si colloca, nonché il periodo storico che si sta attraversando.

Fiat Auto s.p.a. è un gruppo industriale che gestisce 16 brands commerciali (uno è proprio Alfa Romeo), ha 158 stabilimenti nel mondo, è presente in oltre 140 paesi, ha 215.000 dipendenti, investe in ricerca 3,2 miliardi di € ed fattura quasi 84 miliardi di €.
In particolare, Fiat Auto ha:
in Italia 44 stabilimenti, il 29% dei propri dipendenti e realizza il 9% dei propri ricavi;
in Europa (Italia esclusa) ha 33 stabilimenti, il 12% dei propri dipendenti e realizza il 15% dei propri ricavi;
in Nord-America ha 48 stabilimenti, il 34% dei propri dipendenti e realizza il 54% dei propri ricavi;
in sud-America ha 19 stabilimenti, il 22% dei propri dipendenti e realizza il 14% dei propri ricavi;
nel resto del mondo ha 14 stabilimenti, il 3% dei propri dipendenti e realizza il 8% dei propri ricavi.

Come si vede è un Gruppo internazionale che tra l’altro deve combattere con altri giganti che sono già da tempo presenti nelle aree in crescita del mondo (che sono anche quelle più redditizie); se vuole sopravvivere, l’obiettivo è quello di una maggiore presenza su questi mercati e Fiat ci arriva in ritardo.

L’idea e la strategia che hanno permesso al Gruppo di mantenersi competitivo in questo periodo di profonda crisi è stata la lungimiranza e l’intuizione di acquisire Chrysler negli USA (e al tempo, non c’era certo la fila per accaparrarsi la terza casa americana!): senza quell’acquisizione, il Gruppo Fiat non sarebbe certo sopravvissuto.

Oggi, tutte le energie sono concentrate nell’integrazione societaria con Chrysler che permetterebbe al Gruppo Fiat di utilizzare la liquidità generata dalla società americana (negli USA Chrysler vende bene ed anche il marchio Fiat ha riscosso un buon successo con le sue 500 e “derivate”) per poter immettere nuovi modelli sui mercati mondiali e su quello europeo che comincia a dare timidi segnali positivi. Su questo punto si innestano i programmi futuri dei marchi europei e di Alfa Romeo.

E’ di questi giorni la notizia degli investimenti in Turchia per la produzione dell’erede della berlina Fiat Linea (prevista per la seconda metà del 2015) ed in Cina per la costruzione di un’altra fabbrica 8in patnership) dove saranno prodotte vetture Jeep e veicoli elettrici; anche queste due iniziative serviranno per potenziare il Gruppo nei mercati che “tirano”.

Sul fronte italiano (ed europeo), su Il Sole 24 Ore di oggi leggo dell’acquisizione del 100% della VM Motori spa di Cento (FE), produttrice di motori diesel: Fiat ne deteneva il 50% (dal 2010) ed ha quindi ora rilevato il 50% dalle mani di General Motors; VM produce i motori diesel che già equipaggiano Jeep Grand Cherokee, Lancia Thema, Ram Dodge ed anche per i due modelli Maserati, la Ghibli e la Quattroporte prodotte a Grugliasco.
15   U L T I M E    R I S P O S T E    (in alto le più recenti)
2tto66 Inserito il - 25/06/2022 : 15:38:56
A mio modesto parere l'unico motivo valido per avere un'auto a ruote alte sono le buche, che aumentano di pari passo con il prezzo della benzina.
A parità di motore il SUV, più pesante e con una resistenza aerodinamica più alta, non può che consumare di più di una berlina o di una utilitaria.
A me non pare un fenomeno popolare, il mercato va da quella parte perchè ce lo portano le case automobilistiche, costruiscono e vendono prevalentemente i SUV, ma a parecchi non piacciono e non li comprano, le vendite sono sempre più in calo anche per questo motivo.
giallo prototipo Inserito il - 25/06/2022 : 12:24:44
I prossimi modelli saranno elettrici, e si arricchirà qualcun altro, non più i benzinai.
In ogni caso è da tempo che lo sviluppo delle case costruttrici (tutte, anche Alfa Romeo) hanno prodotto motori sempre più piccoli di cilindrata e sempre più efficienti, con un abbattimento dei consumi formidabile.
Le vetture a "ruote alte" degli ultimi 7/8 anni(piccole e grandi) non consumano assolutamente più di una comune berlina, o utilitaria, di cui spesso condividono il motore.
Bisogna averne una per provare e credere: ma è così, e molti ormai lo sanno, e l'hanno verificato, altrimenti questi modelli non avrebbero avuto nessun successo di vendita.
Ormai è un fenomeno praticamente popolare, e il mercato va da quella parte.
Il vero nemico degli automobilisti non sono le "ruote alte", ma gli avvoltoi locali ("trafficanti" di benzina e gasolio) ormai smascherati dopo i continui e incredibili aumenti di prezzo, che si commentano da sè.
Spiderman Inserito il - 25/06/2022 : 11:35:58
La "sezione frontale di uno chalet dell'Engadina" me fa morì
nigel68 Inserito il - 25/06/2022 : 10:10:28
Sì, il vantaggio di popolare le strade di cassoni che arricchiscono i benzinai. La psiche della "gggente" è davvero insondabile: si lamentano da decenni dei consumi e del prezzo dei carburanti poi finiscono per comprare degli inutili furgoni da gelataio che hanno la sezione frontale di uno chalet dell'Engadina.
giallo prototipo Inserito il - 24/06/2022 : 19:45:39
Tonale sarà sicuramente un successo, come è stato per Stelvio.
E' bello coccolare le nostre sogliolette d'altri tempi, basse e piatte, affilate come la lama di un coltello, ma la storia del costume dell'automobile va da quell'altra parte.
Io, poi, credo che guidare alti, per tanti motivi, non sia poi così male, e abbia dei vantaggi reali.
stefanosir Inserito il - 24/06/2022 : 13:47:23
Citazione:
Messaggio inserito da nigel68

Citazione:
Messaggio inserito da stefanosir

...molto probabilmente passerà da una Giulia ad una Jeep Compass S 4XE, con motore turbo 1.300 da 180 cv, motore elettrico da 60 cv (240 cv in totale). cambio automatico a 6 velocità



Mi chiedo però per quale motivo una persona che guida una Giulia debba per forza passare ad un furgone... ci saranno delle auto normali ibride nella gamma proposta dall'Azienda, no?

Sì, ti ho detto: ne propongono di diverse tipologie e marche.
Nel caso specifico, quando mia sorella scelse la Giulia (dopo una Bmw 3 berlina) in realtà aveva detto che avrebbe voluto provare ad avere una vettura a ruote alte: ma poiché Stelvio ancora non era presente nella lista aziendale, scelse la Giulia che le piaceva parecchio ed era italiana.

Ora ha optato per una "ruote alte" (che non ha mai avuto), ma Stelvio è nel frattempo uscito dalla lista perché disponibile solo con endotermico e Tonale di fatto non ancora disponibile.
Tu non sai quanti di loro sono nella stessa situazione: nel loro garage aziendale in Lussemburgo sono decine le Giulia parcheggiate, ma che man mano purtroppo verranno sostituite con vetture di altro marchio (Audi A3, Q3, Bmw 3 e X1, Mercedes C, etc.) ...

Stessa cosa sta capitando sul mercato, non solo delle aziendali ...
nigel68 Inserito il - 24/06/2022 : 11:42:02
Citazione:
Messaggio inserito da stefanosir

...molto probabilmente passerà da una Giulia ad una Jeep Compass S 4XE, con motore turbo 1.300 da 180 cv, motore elettrico da 60 cv (240 cv in totale). cambio automatico a 6 velocità



Mi chiedo però per quale motivo una persona che guida una Giulia debba per forza passare ad un furgone... ci saranno delle auto normali ibride nella gamma proposta dall'Azienda, no?
stefanosir Inserito il - 24/06/2022 : 10:19:21
AlFA ROMEO I suoi “primi” 112 anni!

La Casa del Biscione ha deciso di festeggiare il suo compleanno facendo scendere “in pista” lungo le strade di Milano, la sua vettura di Formula 1, pilotata da Valtteri Bottas.

Milano e Alfa Romeo: un binomio inscindibile!!!!

Immagine:



Immagine:



Immagine:

24,29 KB

Immagine:

25,09 KB
Spiderman Inserito il - 21/06/2022 : 18:22:45
Citazione:
Messaggio inserito da stefanosir



La Società infatti ha privilegiato - per ciascuna tipologia di vetture - suv, monovolume, berlina, hatchback, etc. - vetture ibride, probabilmente per motivi fiscali, finanziari e di immagine:



"Capo? Ci dev'essere una dimenticanza o un errore! Nella lista delle auto aziendali non trovo infatti il Dodge RAM 1500 Crew Cab ..."
stefanosir Inserito il - 21/06/2022 : 16:29:01
SERVE L'ENTRATA IN GAMMA DELLE VERSIONI IBRIDE

Alfa Romeo, ad oggi, non propone nessun modello ibrido per la propria clientela.
L'unica versione che sarà disponibile a brevissimo (qualche settimana) sarà l'Alfa Romeo Tonale.
Per quanto riguarda gli altri 2 modelli in gamma (Giulia e Stelvio), non si è sicuri che il loro restyling - ormai imminente - possa prevedere l'introduzione di una versione elettrificata (ibrida) per ognuna delle due vetture.

Il fatto quindi di non disporre all'interno della gamma di un modello ibrido (plug in o meno) mette l'Alfa Romeo ai margini anche degli acquisti di automobili che vengono effettuati dalle aziende: dico questo perché mia sorella - che lavora in Lussemburgo per un importantissimo gruppo italiano che opera nel settore alimentare - deve cambiare la sua vettura aziendale.
Oggi lei guida un'Alfa Romeo Giulia, ma la Società non prevede più all'interno delle vetture che può scegliere, alcun modello del marchio del Biscione (e come lei, diversi suoi colleghi, con un livello di organigramma similare).

La Società infatti ha privilegiato - per ciascuna tipologia di vetture - suv, monovolume, berlina, hatchback, etc. - vetture ibride, probabilmente per motivi fiscali, finanziari e di immagine: ergo, fra un po' (solo perché tutte le vetture nuove oggi hanno termini di consegna lunghi) dovrà optare per una marchio diverso … Nel caso specifico, molto probabilmente passerà da una Giulia ad una Jeep Compass S 4XE, con motore turbo 1.300 da 180 cv, motore elettrico da 60 cv (240 cv in totale). cambio automatico a 6 velocità

Così va il mondo, oggi.
E Alfa Romeo perde così un altro cliente acquisito, così come quelli che si trovano nella stessa situazione di mia sorella (e non sono pochi).

Immagine:

stefanosir Inserito il - 14/06/2022 : 08:47:00
Citazione:
Messaggio inserito da 2tto66

una berlina grande, una vettura sportiva e 4 cazzabbuboli, per i prossimi 5 anni di sicuro non comprero' un'alfa....

Spero anche io che invece si ricredano e decidano di presidiare il Segmento C anche con una nuova Giulietta (da affiancare a Tonale), che sarebbe una vettura importante per tutti i mercati europei ...
2tto66 Inserito il - 14/06/2022 : 08:39:13
una berlina grande, una vettura sportiva e 4 cazzabbuboli, per i prossimi 5 anni di sicuro non comprero' un'alfa....
stefanosir Inserito il - 08/06/2022 : 14:39:42
ALFA ROMEO - Le vetture in uscita

Proviamo qui sotto a riassumere le vetture che Alfa Romeo dovrebbe avere in uscita: tenete conto che di queste, soltanto il B-Suv e le nuove Giulia e Stelvio hanno ricevuto conferme ufficiali.
Le altre sono frutto di particolari che sono usciti nel corso di alcune interviste fatte ad Imparato (e pertanto, assolutamente attendibili), altre ancora invece sono - allo stato - delle supposizioni, seppur avvalorate da diversi particolari.

Questo per dire che potrebbero addirittura mancarne, perché su alcuni modelli - vedi Giulietta, ad esempio; Mito non penso … - lo Staff dirigenziale di Alfa Romeo potrebbe cambiare idea circa le considerazioni fatte per non prevederle al momento; diversi fattori (soprattutto esterni) potrebbero far mutare i programmi.


Questi quindi dovrebbero essere i futuri modelli:

2027 E-Suv e GTV – STLA Large
2027 Tonale (nuova) – STLA Medium/Small?
2026 Giulia (nuova) – STLA Medium
2025 Stelvio (nuova) – STLA Medium
2025 33 – Telaio Maserati MC20
2024 B-Suv – STLA Small
2022 Giulia/Stelvio – Restyling
2022 C-Suv Tonale – FCA Small Wide aggiornata

Speciali: Duetto (alquanto improbabile; casomai, si potrebbe trattare di una spider non di piccola dimensione ...)

Come al solito, vedremo ….!
Spiderman Inserito il - 26/05/2022 : 17:59:15
Citazione:
Messaggio inserito da 2tto66

pero' se ai primi posti delle vetture piu' vendite troviamo la Panda, la Sandero e la Duster un motivo ci sara'



Panda a parte, forse perchè la gente è interessata alla produzione automobilistica rumena?
2tto66 Inserito il - 26/05/2022 : 15:10:56
puntano all'aumento dei profitti sulle singole vetture, poi piangono per il calo delle vendite e chiedono incentivi statali
io non sono un esperto di strategie o di marketing, pero' se ai primi posti delle vetture piu' vendite troviamo la Panda, la Sandero e la Duster un motivo ci sara'

Duetto Club Italia - Il forum © 2000-02 Snitz Communications Torna all'inizio della Pagina
Pagina generata in 0,14 secondi. TargatoNA.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000