Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

Non sei registrato? REGISTRATI!

 Tutti i Forum
 AREA STORICA
 L'Alfa modello per modello
 Alfa Romeo Tonale
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 4

Spiderman
Duettista Medio



Estero

22766 Messaggi

Inserito il - 11/05/2022 : 19:49:36  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Spiderman Invia a Spiderman un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da stefanosir


3) diventare elettriche al 100% entro il 2027 ...



No, grazie, ho già un aspirapolvere, non mi serve un altro elettrodomestico


Socio Registre Suisse Alfa Romeo (RSAR)
Loud pipes save lifes (OO=v=OO)
I have a drink (Martin Luther King)
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

10501 Messaggi

Inserito il - 12/05/2022 : 08:09:50  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Il punto 1) mette oggi "fuori gioco" alcune vetture che sono state fin dai tempi dell'Alfasud nel listino Alfa Romeo, perché quel tipo di auto (hatchback di Segmento C) sono vendute - e molto, fra l'altro - quasi esclusivamente in Europa: è probabile che una nuova Giulietta possa essere presa in considerazione solo a complemento del listino Alfa quando saranno lanciate le automobili destinate a tutti i 3 mercati di riferimento (e non solo a uno) … un po' come ha fatto BMW con la Serie . (che infatti negli Usa non è venduta).

Il punto 2) è una scelta precisa: tutte le nuove automobili Alfa Romeo che saranno prodotte si collocheranno nella fascia più alta per quanto riguarda prestazioni, dotazioni tecniche e qualità; poiché costerà di più produrle, avranno naturalmente anche prezzi più alti rispetto a quanto succedeva alle corrispondenti Alfa del passato. Per contro, non avranno assolutamente nulla da invidiare alle concorrenti più importanti che invece si sono affermate in questo ultimo ventennio, sotto tutti gli aspetti (accuratezza degli assemblaggi, qualità dei materiali, affidabilità, tecnologia, etc oltre a non perdere le prerogative che hanno da sempre contraddistinto le Alfa Romeo).

Il punto 3) - anno più o anno meno - sarà un destino dettato dalle leggi che oggi parrebbe ineluttabile e che varrà per tutte la case automobilistiche, perché si sta (purtroppo) andando in quella direzione. Ovvio che se ci saranno dei ripensamenti o spostamenti di data molto più avanti da parte delle autorità, Alfa (come anche tutti gli altri costruttori) modificherà i suoi programmi e potrebbe esserci un periodo maggiore di tempo per i motori endotermici.

Questi sono gli obiettivi e le linee guida che verranno seguite dal marchio, che ha il compito di "fare la BMW" o "l'Audi" del Gruppo Stellantis.

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 12/05/2022 15:06:28
Torna all'inizio della Pagina

2tto66
Utente Master



Lazio

6479 Messaggi

Inserito il - 12/05/2022 : 15:13:08  Mostra Profilo Invia a 2tto66 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
non capisco, soprattutto l'ultima riga, L'Alfa aveva delle caratteristiche uniche che la contraddistinguevano da tutti gli altri marchi, ora diventera' una imitazione di BMW e Audi..... ce n'era bisogno?
avrei visto meglio la Lancia per quel ruolo, o un altro marchio del gruppo

Duetto I serie del '66
Giulia sprint gt veloce del '67
147 del 2010
socio n.870
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

10501 Messaggi

Inserito il - 12/05/2022 : 15:38:03  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ciao, Ilio.
Oh … io non sono Alfa Romeo, io cerco solo di capire come si stanno, muovendo …
L'ultima riga è un po' una sorta di provocazione, forse esagerata, ma l'ho scritto soltanto per rendere l'idea.
Le future Alfa Romeo saranno al top non solo per quanto riguarda le caratteristiche che hanno sempre contraddistinto la auto del Marchio da tutte le altre, ma avranno anche quella qualità costruttiva, quell'attenzione alla scelta dei materiali per gli interni, della componentistica, etc. che sono sempre un po' state le pecche principali che venivano imputate al Marchio.

Quando Giulia e Stelvio furono presentate, erano al top per quanto riguarda le prestazioni e piacere di guida rispetto alle auto loro similari; avevano linee moderne ed erano equipaggiate con un notevole salto di qualità per quanto riguarda componentistica, interni, scelta dei materiali; ma alcune cose - quali l'infoteinment, per fare un esempio - non erano (e non sono ...) all'altezza delle migliori concorrenti, hanno ricevuto delle critiche perché non avevano davanti i fari full led ed altre amenità; le future Giulia e Stelvio quindi saranno al top anche su queste "dettagli" senza però tradire le caratteristiche che un'Alfa Romeo deve avere.

Puntano quindi a produrre delle Alfa Romeo vere, ma con un livello qualitativo al top anche per alcuni aspetti che, normalmente, per l'Alfista sono meno importanti.
L'Alfetta la si comprava per la tenuta di strada, il piacere di guida, la frenata, la sicurezza, il ponte de Dion e la tecnica costruttiva, e pazienza se gli interni erano un po' così così (se netravi in una Fiat 132, i sedili erano rivestiti di velluto blu; ed ho preso una Fiat …), se il confort di marcia non era il massimo, etc.
Oggi vorrebbero fare un'Alfetta come allora, ma con anche tutto il resto dei dettagli di ottima qualità, allargando così anche la platea dei possibili acquirenti che - per lo meno in parte - altrimenti comprano Audi, BMW Mercedes ...

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 12/05/2022 15:39:22
Torna all'inizio della Pagina

nigel68
Utente Senior


Piemonte

1078 Messaggi

Inserito il - 13/05/2022 : 14:32:10  Mostra Profilo Invia a nigel68 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da stefanosir
.. alcune cose - quali l'infoteinment, per fare un esempio - non erano (e non sono ...) all'altezza delle migliori concorrenti, hanno ricevuto delle critiche perché non avevano davanti i fari full led ed altre amenità;..



E questo la dice lunga di dove stiano andando il mercato e l'intelligenza media degil acquirenti.

"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso, il suo primo desiderio non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli (1909-2001)

Modificato da - nigel68 in data 13/05/2022 14:32:25
Torna all'inizio della Pagina

Gianlo
Utente Master


Veneto

8066 Messaggi

Inserito il - 13/05/2022 : 15:23:59  Mostra Profilo Invia a Gianlo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Senza infoteinment io non ci so stare...

Gianlo
Socio DCI nr. 888
Duettista dell' Anno 2017
Torna all'inizio della Pagina

Spiderman
Duettista Medio



Estero

22766 Messaggi

Inserito il - 13/05/2022 : 20:14:26  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Spiderman Invia a Spiderman un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
E pensare che nella mia auto di uso quotidiano ancora sto con le cassette. L'autoradio è quella originale, ha 25 anni, non ha necessitato di nessun "aggiornamento", funziona benissimo, 8 altoparlanti. Per il resto, qui lo dico e qui lo ripeto, meno cose ci sono, meno cose si rompono


Socio Registre Suisse Alfa Romeo (RSAR)
Loud pipes save lifes (OO=v=OO)
I have a drink (Martin Luther King)
Torna all'inizio della Pagina

2tto66
Utente Master



Lazio

6479 Messaggi

Inserito il - 24/05/2022 : 22:27:50  Mostra Profilo Invia a 2tto66 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Stefano anche io guardo come si muove L'Alfa sul mercato, solo che non riesco a capirlo, forse sono troppo vecchio....

Duetto I serie del '66
Giulia sprint gt veloce del '67
147 del 2010
socio n.870

Modificato da - 2tto66 in data 25/05/2022 10:40:44
Torna all'inizio della Pagina

luciano
Tecnico di Restauro



Lazio

12437 Messaggi

Inserito il - 25/05/2022 : 04:38:43  Mostra Profilo Invia a luciano un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Le nuove automobili, o se vogliamo, le automobili attuali, sono una potenziale cambiale scoperta per l'automobilista medio.
Farcite di elettronica ed inutili gadget che per molti, ma fortunatamente non per tutti, fanno la differenza, ma che in breve si ritorceranno contro un termini di affidabilità e spese.
Penso che l'unico vantaggio derivato dalle auto moderne, sia stato quello della sicurezza, ma se fosse per quello, il giusto connubio sicurezza affidabilità, si è fermato ai primi anni 2000.
Dopo quel periodo sono crollate tutte le peculiarità di ogni singolo marchio, e le auto sono diventate elettrodomestici a breve scadenza nati per complicare la vita di chi le acquista e viceversa gonfiare il portafogli di chi le vende e spesso con difficoltà, tenta di ripararle.
Nell'immagine, qualcosa di appartenente ad un mondo che è stato e che ormai non sarà più.
Ovviamente vale per Mercedes, come per Fiat, BMW o altre.
Però vuoi mettere adesso con l'infoteinment.




Immagine:



Immagine:


Immagine:

Luciano Bono



Consulente di restauro DuettoClubItalia
Commis.tecn. RegistroItalianoAlfaRomeo


Modificato da - luciano in data 25/05/2022 04:47:17
Torna all'inizio della Pagina

Spiderman
Duettista Medio



Estero

22766 Messaggi

Inserito il - 25/05/2022 : 08:51:27  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di Spiderman Invia a Spiderman un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da luciano


Ovviamente vale per Mercedes, come per Fiat, BMW o altre.




Come ad esempio Volvo, quella vera, fabbricata in Svezia e non in Cinca. Il contachilometri della mia nell'estate del 2020 ... oggi ne segna 30'000 di più.


Immagine:



Immagine:



Socio Registre Suisse Alfa Romeo (RSAR)
Loud pipes save lifes (OO=v=OO)
I have a drink (Martin Luther King)
Torna all'inizio della Pagina

luciano
Tecnico di Restauro



Lazio

12437 Messaggi

Inserito il - 25/05/2022 : 08:55:59  Mostra Profilo Invia a luciano un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ecco appunto

Immagine:

Luciano Bono



Consulente di restauro DuettoClubItalia
Commis.tecn. RegistroItalianoAlfaRomeo

Torna all'inizio della Pagina

nigel68
Utente Senior


Piemonte

1078 Messaggi

Inserito il - 26/05/2022 : 15:43:12  Mostra Profilo Invia a nigel68 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da luciano

...Penso che l'unico vantaggio derivato dalle auto moderne, sia stato quello della sicurezza, ma se fosse per quello, il giusto connubio sicurezza affidabilità, si è fermato ai primi anni 2000....



Esattamente

"Quando un italiano vede passare un'auto di lusso, il suo primo desiderio non è di averne una anche lui, ma di tagliarle le gomme" - Indro Montanelli (1909-2001)
Torna all'inizio della Pagina

Riccardone
Utente Master



Umbria

8419 Messaggi

Inserito il - 03/06/2022 : 06:43:42  Mostra Profilo Invia a Riccardone un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Concordo con Luciano.

Alfa Romeo Spider 1.6, rossa, 1992
Alfa Romeo 75 turbo quadrifoglio verde, rossa, 1990
Citroen 2 cv4, verde, 1976
Honda S 2000, rossa, 2001
Piaggio Vespa 125, faro basso, grigia, 1957
Piaggio Vespa Px 125 E Arcobaleno, rossa, 1984
Birel 2011-Vortex Rvxx 125, 2010
Tony kart Mitox 2002-Tm K3 125, 1990
Mass (city bike), azzurra metallizzata, 1997. Socio numero 305. Duettista dell'anno 2006.
Torna all'inizio della Pagina

Riccardone
Utente Master



Umbria

8419 Messaggi

Inserito il - 03/06/2022 : 06:46:09  Mostra Profilo Invia a Riccardone un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Si tengano pure le loro nuove Alfa Romeo! Una cosa è certa, che la dirigenza del marchio fa sempre nuove considerazioni sul mercato che puntualmente portano il marchio sempre più nel baratro.

Alfa Romeo Spider 1.6, rossa, 1992
Alfa Romeo 75 turbo quadrifoglio verde, rossa, 1990
Citroen 2 cv4, verde, 1976
Honda S 2000, rossa, 2001
Piaggio Vespa 125, faro basso, grigia, 1957
Piaggio Vespa Px 125 E Arcobaleno, rossa, 1984
Birel 2011-Vortex Rvxx 125, 2010
Tony kart Mitox 2002-Tm K3 125, 1990
Mass (city bike), azzurra metallizzata, 1997. Socio numero 305. Duettista dell'anno 2006.
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

10501 Messaggi

Inserito il - 03/06/2022 : 17:55:49  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Come dice Luciano, quello delle automobili, come tutti noi le abbiamo sempre intese, è “ un mondo che è stato e che ormai non sarà più” o quasi.
Siamo alla vigilia di un cambiamento tecnico radicale e profondo, forse come mai accaduto in precedenza nella storia dell’automobile.
Quel che stride è che mentre in precedenza l’evoluzione delle vetture era strettissimamente legata al genio ed alle capacità ingegneristiche di progettisti e motoristi, oggi la funzione di “faro” c’è l’hanno essenzialmente le scelte dei “grandi paesi”: la drastica riduzione (o meglio, l’azzeramento) degli incidenti e delle vittime e la “sostenibilità ambientale”.

La strada la tracciano le norme che spingono in quella direzione. Con quanta velocità, lo vedremo.
Questo riguarda tutti i gruppi che operano nell’ automotive e tutti i marchi.

Vedremo se quelli che si sono sempre distinti per specifiche caratteristiche di prodotto (e qui veniamo alla nostra Alfa Romeo; ma vale anche per altri, come Porsche, BMW, Audi, Mercedes, etc) saranno capaci di mantenerle anche nelle automobili che produrranno anche in futuro.

Per venire alle Alfa Romeo oggi a listino, Giulia e Stelvio (ma forse anche Tonale) hanno le carte in regola per essere delle belle Alfa Romeo, al top del loro segmento per prestazioni e piacere di guida; speriamo anche lo siano le prossime!!!!

Ma ricordiamoci che il “mondo di prima” non tornerà più: oggi anche Ferrari e Porsche producono SUV e faranno auto elettrice …!

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 4 Discussione  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Duetto Club Italia - Il forum © 2000-02 Snitz Communications Torna all'inizio della Pagina
Pagina generata in 0,16 secondi. TargatoNA.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000