Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

Non sei registrato? REGISTRATI!

 Tutti i Forum
 AREA STORICA
 Presente e futuro dell'Alfa
 Gruppo Fiat e marchio Alfa Romeo - il futuro.
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 121

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 09/09/2020 : 14:03:32  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ALFA ROMEO 2021

Alfa Romeo ha a disposizione per il 2020-21 un “nuovo modello” (perché ancora di fatto da lanciare) che è il Model Year 2020 di Giulia e Stelvio.
“Nuovo modello” (esagerando, ma in effetti i miglioramenti sono concreti) in quanto hanno migliorato ciò che andava migliorato ed hanno lasciato l’eccellenza e il primato che aveva. Quindi la macchina dal punto di vista dell’handling e della guidabilità è la stessa dal lancio, sono stati miglioratI quattro cose: ampliato una gamma che dal puro sportivo della Veloce ora ha anche un animo elegante e business con la TI (Turismo Internazionale), perché sappiamo bene quanto sia importante questo segmento; inserito un nuovo sistema di infotainment ed inoltre migliorato il TFT con tutti gli indici prestazionali ben visibili e inserito il nuovo display da 8.8 pollici touchscreen (con i clienti che continuano però a usare molto il comando rotary a rotella perché ne apprezzano la sicurezza); migliorato anche gli interni, ma soprattutto ci sono concentrati su sicurezza e ADAS, portando Giulia e Stelvio MY 2020 a un livello 2 di guida autonoma, quindi al top del mercato.
Nel corso dell’anno poi ci saranno le vendite delle versioni GTA - GTAM di Giulia, una vettura che sembra proprio diventerà una golosità per gli appassionati ed i collezionisti.
Nel 2021 prima di tutto ci sarà un aggiornamento (restyling) di Giulia e Stelvio, questo sì molto importante.
In più nell’ultimo trimestre 2021 si comincerà a parlare delle attività di lancio di Alfa Romeo Tonale, che quindi potrà finalmente arrivare con alcune unità entro la fine dell’anno e l’inizio del lancio vero e proprio all’inizio del 2022.

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 29/09/2020 : 11:15:14  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
STELLANTIS

Intanto FCA e PSA vanno avanti col loro progetto di fusione: hanno scritto all’Authority europea per la concorrenza in merito ai dubbi di questa relativi alla concentrazione nel segmento dei veicoli industriali leggeri e, cosa molto importante, hanno deciso i membrerò del futuro Consiglio di Amministrazione.

Da Rainews: Chrysler Automobiles e Peugeot annunciano la composizione del cda di Stellantis, la nuova società risultante dalla fusione dei loro rispettivi business. Come previsto nel Combination Agreement, annunciato il 18 dicembre 2019, il consiglio sara' composto da 11 membri, con la maggioranza degli amministratori non esecutivi che saranno indipendenti. Fca e il suo azionista di riferimento Exor hanno nominato 5 membri (tra cui John Elkann in qualità di presidente) e Groupe PSA e due dei suoi azionisti di riferimento EPF/FFP e BPIfrance hanno nominato 5 membri (tra cui l'Amministratore Senior Indipendente e il Vice Presidente). Anche Carlos Tavares, amministratore delegato di Stellantis, sarà membro del Consiglio di Amministrazione.

Questo il board: John Elkann, Robert Peugeot (vicepresidente), Henri de Castries (amministratore senior indipendente), Andrea Agnelli, Fiona Clare Cicconi, Nicolas Dufourcq, Ann Frances Godbehere, Wan Ling Martello, Jacques de Saint-Exupéry, Kevin Scott, Carlos Tavares.

La composizione del consiglio di amministrazione di Stellantis, la nuova società che nascerà dalla fusione, è stata annunciata, in una nota, da Fiat Chrysler Automobiles e Peugeot (Groupe Psa). Come previsto nel Combination Agreement, annunciato il 18 dicembre 2019, il consiglio di amministrazione di Stellantis sarà composto da 11 membri, con la maggioranza degli amministratori non esecutivi che saranno indipendenti. Gli amministratori indipendenti - sottolinea la nota - hanno background professionali differenti e portano significative prospettive ed esperienze di rilevanza per l'azienda, in linea con lo spirito dinamico e innovativo che caratterizza la creazione di questo nuovo gruppo. Gli amministratori indipendenti supporteranno Stellantis nel valorizzare appieno i suoi punti di forza e competenze distintive in una nuova era della mobilità, con l'obiettivo di creare valore superiore per tutti gli stakeholder.

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 29/09/2020 11:18:18
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 11/10/2020 : 21:57:31  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Finalmente si comincia a sostituire i cessi in dotazione con una macchina come si deve!!!!!
In allestimento alcuni esemplari di Giulia destinate alle forze dell’ordine!!!



Immagine:



Immagine:



Immagine:



Immagine:


Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO
Torna all'inizio della Pagina

luigired
Utente Senior


Lazio

1445 Messaggi

Inserito il - 12/10/2020 : 20:28:59  Mostra Profilo Invia a luigired un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Speriamo di rivedere presto Carabinieri e Polizia con le Alfa... e non più con Seat e Skoda

Iscritto al Duetto Club Italia tessera n. 938
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 13/10/2020 : 23:59:58  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da luigired

Speriamo di rivedere presto Carabinieri e Polizia con le Alfa... e non più con Seat e Skoda

Esatto.
E poi speriamo che diano loro automezzi più consoni al servizio che devono svolgere, con un grado di protezione e prestazioni superiori: occorre una vettura di Segmento D, come “auto di riferimento” per il pronto intervento!

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 06/11/2020 12:26:35
Torna all'inizio della Pagina

giallo prototipo
Utente Medio


Lombardia

484 Messaggi

Inserito il - 06/11/2020 : 18:37:00  Mostra Profilo Invia a giallo prototipo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Sarebbe sufficiente che FCA, con un piccolo sacrificio, proponesse prezzi appena al di sotto dei concorrenti: la regola è la convenienza della spesa nelle gare pubbliche (come molti sanno)... ma è difficile che accada.

giallo prototipo
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 09/11/2020 : 15:25:22  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Ecco il logo di Stellantis, il nuovo Gruppo automobilistico che nascerà dalla fusione paritetica fra FCA e PSA.

Immagine:

18,16 KB

Stellantis sarà uno dei maggiori players sul mercato automobilistico mondiale che sta continuando a subire dei grandi sconvolgimenti.

Oltre alle forze che spingono verso aggregazioni per dar vita ad operatori di grandissime dimensioni a causa degli investimenti necessari che dovranno essere sostenuti se si vorrà "sopravvivere" ed operare sui mercati mondiali dell'automobile, se ne stanno rafforzando altre che porteranno ad ulteriori sconvolgimenti: uno fra tutti è quello della strategia attuata da Tesla, che ha fatto degli investimenti veramente rilevanti anche nell'acquisizione di società minerarie in modo da assicurarsi la fornitura degli importantissimi minerali che stanno alla base della tecnologia delle batterie dedicate al settore automotive: Tesla quindi sta spingendo fortemente anche per una integrazione verticale (mentre ad esempio FCA e PSA si sono integraste in senso orizzontale, fra "sorelle di mercato" per così dire).

Lo scopo dichiarato di Tesla, in questo caso, è quello di riuscire ad abbassare sensibilmente i costi di produzione delle batterie, in modo da poter offrire una delle proprie automobili ad un prezzo di circa 25.000 Euro, cifra che amplierebbe moltissimo la platea dei potenziali clienti.

Poichè Tesla ha una capacità di muoversi sul mercato in maniera anche sorprendente - rispecchiando in questo la personalità del suo proprietario - tutti gli altri Gruppi mondiali la osservano sempre con la massima attenzione, pronti a seguirla non appena intravedono aspetti positivi.
Ma ... appunto ... guardano e, nel caso, inseguono!
E inseguire vuol dire "partire da dietro", con tutti i rischi del caso .... vedremo.


Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 09/11/2020 15:40:46
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 23/11/2020 : 17:47:21  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
STELLANTIS E ALFA ROMEO

Cosa accadrà ad Alfa Romeo?
Che automobili avrà in gamma?
Quali modelli verranno lanciati?
Queste sono le "solite" domande cui tutti noi vorremmo avere risposta, in modo che il marchio torni ad avere uangamma come si conviene, fatta di automobili nuove moderne, pensate e realizzate secondo quelle caratteristiche che hanno sempre contraddistinto le Alfa: sportività, piacere di guida, altissimo livello di sicurezza, bellezza.

Stellantis penso che lo farà, in quanto non ha altri marchi molto conosciuti in tutto il mondo, con un grande passato sportivo e soprattutto così sanguigno e coinvolgente come Alfa Romeo.
E quindi, Alfa sarà certamente destinata a presidiare i segmenti di mercato di competenza, andando a proporre vetture che si pongano nel segmento "Premium".

In questi giorni sono tornate a fiorire tantissime chiecchiere intorno ai prossimi modelli: dobbiamo dire che per lo più sono congetture, sogni di appassionati, speculazioni, deduzioni dalle mezze parole rubate e/o interpretate dalla stampa.

Di certo cì'è che le strutture decisionali sono già al lavoro per delineare le strategie di Stellantis, che vedrà la luce nel primo trimestre del 2021. Nel frattempo, per Alfa Romeo uscirano certamente i seguenti modelli:

ALFA ROMEO TONALE 2021
ALFA ROMEO MILANO (verosimilmente nel 2022 - da confermare)

A questi 2 Suv - rispettivamente di Segmento C e B - potrebbe seguire il lancio dell'Alfa Romeo BRENNERO, un grande Suv di Segmento E che verrebbe realizzato sulla piattaforma "Gorgio", debitamente allargata ed allungata.
A fargli compagnia, potrebbe essere lanciata anche l'Alfa Romeo ALFETTA, la grande berlina di Segento E che utilizzerebbe lo stesso pianale "Gorgio" modificato per Brennero (secondo me,anche le prossime Maserati Ghibli e Levante potrebbero adottarlo ...).
Queste ultime 2 vetture di Segmento E potrebbero subire un forte impulso alla scelta di produrle proprio in funzione dei mercati Usa e Cina, nel qual caso avrebbero diffusione anche in Europa, anche se le versioni berlina, da noi, stanno perdendo terreno.

Fra le "chiacchiere", si è ritornati anche a parlare di una nuova versione della Alfa Romeo GIULIETTA, che però dovrebbe avere caratteristiche più simili a Tonale e quindi non essere realizzata sulla piattaforma accorciata "Giorgio", come in origine pensato da Marchionne.

Quindi, sostanzialmente, un allargamento della gamma verso il basso (dove si punterà ad utilizzare della parti condivise con altri marchi, personalizzando i modelli Alfa con motori e tarature assolutamente differenti) e verso l'alto (dove invece il telaio "Giorgio" potrà essere sfruttato per le sue ineguagliate - per ora - qualità).

C'è tanta carne al fuoco, ma Alfa c'è!!!!

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 22/01/2021 16:58:56
Torna all'inizio della Pagina

giallo prototipo
Utente Medio


Lombardia

484 Messaggi

Inserito il - 07/01/2021 : 15:36:11  Mostra Profilo Invia a giallo prototipo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Altro bruttissimo colpo all'economia nazionale e locale...

https://www.giornaledibrescia.it/economia/futuro-cinese-per-iveco-i-sindacati-chiedono-incontro-urgente-1.3540765

giallo prototipo
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 16/01/2021 : 13:37:08  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Nasce Stellantis, completata la fusione.
Fonte: ANSA - 16.01.21 | h 12.07

Ne ha data notizia un comunicato ufficiale di FCA e di PSA.
Riparte così una nuova avventura, dopo che la “parentesi” FCA è riuscita a non far fallire definitivamente il Gruppo Fiat e, di conseguenza, l’a quasi totalità dell’industria automobilistica italiana (perché gli stabilimenti che eventualmente si sarebbero salvati sarebbero stati pochissimi - visto l’ampia sovraccapacita’ produttiva dell’intero continente; le altre case avrebbero solo rilevato i marchi di interesse).
In bocca al lupo a Stellantis, perché la sua fortuna e successo imprenditoriale potrà far modo al marchio Alfa Romeo di diventare protagonista nuovamente nel mondo automotive.

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 20/01/2021 : 08:36:29  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
STELLANTIS

Con la nascita di Stellantis, l'"era FCA" si chiude definitivamente: questa rimarrà nella storia della Fiat, dell'industria italiana e degli studi di economia come un periodo assolutamente cruciale, tanto che ha permesso di salvare dalla chiusura per sempre il 100% (o quasi) degli stabilimenti di produzione dei veicoli in Italia, salvare dal fallimento una delle più grandi aziende del Paese (Fiat), di salvare dal fallimento altrettanto certo il Gruppo Chrysler e di costruire una prospettiva futura per entrambe le aziende al di qua e al di là dell'oceano.
FCA ha salvato dalla morte certa tutti i marchi italiani del Gruppo Fiat ed è riuscita in pochi anni a tirarsi fuori dalle sabbie mobili cui era condannata, dando una prospettiva di sviluppo e di rilancio a Chrysler e Fiat.

Marchionne, un vero visionario ed un uomo di straordinarie capacità, è stato il protagonista di quella stagione (tragica, pericolosa, ma anche adrenalinica ed irripetibile), insieme al suo giovane successore - Manley - il quale si è dovuto preoccupare del riassetto del Gruppo FCA e di portare alla realizzazione di questa ulteriore fusione (alla pari) con PSA: oggi Stellantis è il IV produttore mondiale di veicoli ed ha la "stazza" e la forza di poter finalmente competere con i migliori competitors del mondo, anche se c'è ancora tanta strada da percorrere: ma le premesse, finalmente, ci son tutte.

Inizia così una nuova avventura; anche per la nostra amata Alfa Romeo: finalmente ora ci sarà la possibilità di pensare ad un piano di sviluppo libero da condizionamentoi circa quel che succederà a livello societario, ma dipendente solo dai fattori di mercato e dalla rivoluzione tecnologica in atto.

Tavares - uomo capace e di polso - nel suo primo discorso come CEO di Stellantis ha detto fra le altre cose che "Alfa Romeo e Maserati rappresentano due realtà importantissime che vogliamo tutelare e rilanciare": non sono certo parole dette a caso o di circostanza, soprattutto se prounciate da un uomo come lui. Attendiamo che - al di là delle 2 vetture (SUV) già impostate per Alfa Romeo - il piano per il rilancio del Biscione venga davvero progettato e soprattutto realizzato e che riporti finalmente Alfa Romeo al ruolo che le compete, sia per la sua storia, che per le sue straordinarie vittorie e per le vetture che ha progettato e realizzato, apprezzate ed amche ammirate in tutto il mondo.

Alfa Romeo e Maserati sono e restano gli unici 2 marchi realmente "Premium" di Stellantis (Jeep ha un ruolo a parte; DS non ha nè la storia alle spalle, nè la dimensione; probabilmente sarà un marchio di nicchia ... vedremo); l'unico rischio sarà che, probabilemte, dove finirà una (Alfa) comincerà l'altra (Maserati) e quindi è possibile che Maserati possa creare una sorta di "effetto tappo" su Alfa per quanto riguarda le vetture dei segmenti più alti o per le super-sportive.
Ora è assolutamente ancora troppo presto per dire queste cose; come al solito, vedremo ...!

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 22/01/2021 16:56:37
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 20/02/2021 : 22:17:06  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Che qualcosa si muova?
Mah ... difficile dirlo, però queste foto prese su FB mostrerebbero una Giulia in prova con delle camuffature limitate al paraurti e ad altri pochi dettagli. Da svariati elementi, potrebbe essere una GTAm, ma in effetti quegli elementi camuffati sono già stati definiti, per i pochi esemplari numerati che Alfa ha deciso di mettere in vendita.
Una ipotesi differente invece potrebbe essere la messa a punto di un restyling della versione Quadrifoglio di serie, che potrebbe ereditare alcune soluzioni previste per la GTAm o per la GTA.
Giudicate voi ....


Immagine:

60,33 KB

Immagine:


Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 30/03/2021 : 14:08:06  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
EPPUR SI MIOVE .....

È da un bel po’ che non scrivo qui, ma la cosa è dovuta esclusivamente al fatto che le novità per il marchio Alfa ... non ci sono: fatta la fusione FCA - Peugeot, ora il lavoro per riposizionare i marchi, strutturarne le gamme e definire i modelli può proseguire a spron battuto. I piani futuri verranno presentati poco dopo l’estate.
Certamente tale lavoro è cominciato ben prima della fusione effettiva, tanto che sono stati identificati i lanci di quei modelli che vedremo nel corso del 2021-22.
Fra questi, per Alfa Romeo Stellantis ha individuato Tonale, una vettura cross-over di Segmento C di cui abbiamo già parlato e pubblicato anche alcune immagini delle sue presentazioni statiche.

Ora invece sappiamo che è partita la produzione delle prime Alfa Romeo Tonale, quelle destinate ai collaudi su strada, i cosiddetti “muletti”, realizzati anche per provare la linea produttiva appena realizzata nello stabilimento di Pomigliano D'Arco (Napoli), dove nasce anche l'attuale Fiat Panda.

L'attesa sta finendo, poiché la presentazione del nuovo SUV di Segmento C del Biscione è prevista per settembre 2021. Nel corso dell'autunno verranno aperti i preordini, mentre la commercializzazione vera e propria partirà all'inizio del 2022.

Presentata sotto forma di Concept car a Ginevra a marzo 2019, nel mese di settembre si mostrerà in versione definitiva, per poi essere preordinata poco dopo.

I lavori nello stabilimento di Pomigliano erano già partiti, ma la pandemia li ha un po’ rallentati; in questi giorni però è iniziata la produzione del nuovo modello e le prime scocche sono già in linea.

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 30/03/2021 14:14:53
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 30/03/2021 : 15:20:07  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
È una foto di gennaio scorso .... però vedere il nuovo Responsabile di Alfa Romeo ad Arese è sicuramente un qualcosa di positivo.
Vederlo vicino al Duetto e vedergli fare le foto degli interni, ..... colpisce!!!!!

Immagine:



Ma queste immagini fanno effetto anche per la genuinità con la quale ritraggono un top manager che si entusiasma alla visione delle auto. Si ferma a contemplarle, le tocca, scatta foto e selfie, esattamente come farebbe un "appassionato semplice".
Che sia la persona giusta davvero, per il vero e proprio rilancio pieno del marchio Alfa Romeo?
Presto per dirlo, ma forse .... ci siamo!!!!

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 30/05/2021 : 14:36:26  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Vi propongo una intervista straordinaria di Alessandro lago (di Motori.com) - pubblicata 2 giorni fa - a JEAN PHILIPPE IMPARATO, il CEO di Alfa Romeo, scelto direttamente da Tavarez per riportare il Biscione al rango che gli compete. Come saprete, da quando è nata Stellantis, le notizie, le indiscrezioni, le tante fake-news che si sono succedute hanno fatto apparire nubi fosche sull'Alfa, nubi che spesso sono state create anche dalla valanga di stupidaggini, falsità e cose inventate che sono girate non solo sui social (luogo dove un Premio Nobel ha la stessa risonanza del più incompetente della terra ...), ma anche - e questo è più grave - su molti siti ed organi di stampa specializzati.

E allora, perché invece che leggere articoli ed interpretazioni giornalistiche, non ascoltare direttamente dalla voce di Imparato chi egli stesso sia, come sta lavorando Alfa Romeo, quali siano gli obiettivi del Marchio, etc?
Vi consiglio vivamente di ascoltare per intero questa bella intervista che, vi anticipo, dura un po' di minuti, ma che ogni vero appassionato dell'Alfa Romeo dovrebbe ascoltare con attenzione:

https://www.youtube.com/watch?v=-V5whSxdWI8

L'intervista mi è stata segnalata da uno dei nostri Soci che lavora nel settore automotive presso uno dei più straordinari marchi italiani di auto sportive del mondo, appassionato di Alfa Romeo e, manco a dirlo, Duettista (e non solo ,,,!).
Ascoltatela per intero!
Ora probabilmente l'Alfa ha la persona giusta alla sua testa.


Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 30/05/2021 14:58:10
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 121 Discussione  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Duetto Club Italia - Il forum © 2000-02 Snitz Communications Torna all'inizio della Pagina
Pagina generata in 0,38 secondi. TargatoNA.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000