Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

Non sei registrato? REGISTRATI!

 Tutti i Forum
 AREA STORICA
 Presente e futuro dell'Alfa
 Gruppo Fiat e marchio Alfa Romeo - il futuro.
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 121

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11023 Messaggi

Inserito il - 28/02/2017 : 14:15:22  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ALFA ROMEO ALFETTA - ALFA ROMEO BRENNERO

Ora che l'Alfa Romeo Stelvio è sul trampolino di lancio (presentato lo scorso week end al "Porte aperte" dedicato alla nuovissima Suv del biscione), il 2017 per la casa milanese sarà davvero molto impegnativo:

1) dovrà proseguire l'ampliamento della commercializzazione dell'Alfa Romeo Giulia in tutti i paesi europei, ma soprattutto in Nord-America dove sono arrivate soltanto un primo stock di Quadrifoglio;

2) lancio effettivo dell'Alfa Romeo Stelvio (in corso), arricchimento della gamma con la commercializzazione anche degli esemplari dotati delle altre motorizzazioni (soprattutto le diesel, maggiormente vendute in molti paesi fra cui l'Italia) e completamento degli allestimenti disponibili.

Con i 2 nuovi modelli del nuovo corso, l'Alfa Romeo è in grado di presidiare in modo molto competitivo l'intero SEGMENTO D del mercato (quello delle berline/Suv medie), offrendo 2 automobili che si pongono ai vertici prestazionali delle proprie categorie, linee piacevoli e moderne, interni ben realizzati, in grado di poter competere con qualunque altro modello del segmento.

Ma nel 2017 la casa milanese dovrebbe occuparsi del SEGMENTO E, quello berline/Suv grandi.
Nel corso dell'anno - si deduce da quanto dichiarato dall'Ing. Fedeli - verranno approntati i prototipi ed i pre-serie degli altri 2 modelli molto attesi, che potrebbero essere proprio quelli del titolo: Alfa Romeo Alfetta e Alfa Romeo Brennero (i nomi sono ancora assolutamente provvisori, specie il secondo ...).
Potrebbero essere proprio queste due vetture le prossime ad arrivare; si può ipotizzare che queste 2 automobili possano essere presentate tra la fine del 2017 e gli inizi del 2018, mentre la loro commercializzazione dovrebbe avvenire entro la fine sempre del 2018.

Nel 2019 l'Alfa Romeo dovrebbe rivolgere la sua attenzione anche alle "piccole" di casa (SEGMENTO C), progettando e realizzando le sostitute delle attuali Alfa Romeo Giulietta ed Alfa Romeo MiTo (quest'ultima, in realtà, è del SEGMENTO B); quest'ultima non dovrebbe avere eredi, però la speranza che invece oltre alla Nuova Giulietta (affiancata da un Suv piccolo) venga realizzato un secondo modello (dotato magari di trazione anteriore) c'è e potrebbe costituire la vettura entry-level dell'intero marchio.
Vedremo. Come abbiamo già visto, la pianificazione è studiata perché possa essere modulata, sulla base degli andamenti dei mercati, della domanda, del gradi di apprezzamento dei modelli nuovi immessi sul mercato, etc.

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 28/02/2017 14:51:54
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11023 Messaggi

Inserito il - 03/03/2017 : 14:53:49  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
SALONE DI GINEVRA 2017

Intanto vi invio una foto che è di pochi minuti fa, praticamente ... "in diretta"! Il nostro "Giulio II" ci da in anteprima - solo per il Forum del Duetto Club Italia - qualcuna delle sue immagini.



Immagine:

87,91 KB

Questo la "panoramica" dello stand Alfa Romeo, con tutti i modelli della gamma in esposizione:

MiTo Veloce - 1.450 Turbo benzina Multiair da 170 CV (rossa)
Giulietta Veloce - 1.750 Turbo benzina da 240 CV (rossa)
Giulia Quadrifoglio - 2.900 Bi-turbo benzina da 510 CV (rossa)
Giulia Veloce - 2.000 Turbo benzina da 280 CV (rossa)
Giulia Veloce - 2.200 Turbo diesel da 210 CV (grigia; non fotografata)
Stelvio Quadrifoglio - 2.900 Turbo benzina da 510 CV (rossa)
Stelvio First Edition - 2.000 Turbo benzina da 280 CV
Stelvio Super - 2.200 Turbo diesel da 180 CV
Stelvio Super - 2.200 Turbo diesel da 210 CV
4 C Spider - 1.750 Turbo benzina da 240 CV (grigia)


Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 08/03/2017 14:34:38
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11023 Messaggi

Inserito il - 07/03/2017 : 14:50:21  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
PEGEOUT - OPEL

Avrete letto/sentito tutti dell'acquisizione di Opel da parte della francese Pegeout: è un passo molto importante, non solo in chiave europea.
Intanto, fa specie il differente approccio tenuto dalle autorità tedesche rispetto a quanto era FCA che avrebbe voluto acquisire il marchio tedesco (e per fortuna non è andato in porto!): con FCA furono alzate le barricate, qui, hanno intavolato una trattativa e poi hanno fatto 2 giorno il broncio per poi avvallare il tutto; va beh .... e pensare che i governi dovrebbero soltanto assistere senza intervenire più di tanto, visto che si sta parlando di una compravendita (da GM a Pegeout) fra privati (anche se nell'azionariato di Pegeout c'è lo Stato Francese!).

Il Gruppo PSA diventa così davvero ancora più grande, anche se resta fondamentalmente concentrato sul mercato europeo: a tal proposito, penso propri che per PSA diventerà ancora più importante aggregarsi con qualcuno che venda anche nel ricco mercato Nord-americano ed in Cina ...

Per FCA cosa cambia? Mah, secondo me cambia: si riapre - forse - una possibilità di riavvicinamento con GM, che senza la sua Opel, rimane orfana del grande, ricco e prestigioso mercato europeo; FCA potrebbe essere un partner molto ma molto importante, che permetterebbe ai 2 Gruppi di cambiare scala e diventare veramente un grande player mondiale, moltiplicando così le opportunità di investimento soprattutto per i marchi top (fra cui c'è Alfa Romeo). Chi vivrà, vedrà ...

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO
Torna all'inizio della Pagina

cfransv
Utente Master


Lazio

4697 Messaggi

Inserito il - 07/03/2017 : 19:58:15  Mostra Profilo Invia a cfransv un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
... vedrà

SOCIO N. 800
Torna all'inizio della Pagina

ALFINO
Utente Master


Veneto

4330 Messaggi

Inserito il - 07/03/2017 : 22:58:18  Mostra Profilo Invia a ALFINO un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
SALONE DI GINEVRA 2017
Foto by Stefano


Mito Veloce
Immagine:

87,8 KB
Giulietta Veloce
Immagine:

87,02 KB
Giulia Quadrifoglio
Immagine:

86,42 KB
Giulia Veloce
Immagine:

88,32 KB

Immagine:

89,33 KB

CT 1.3
75 TS

Modificato da - ALFINO in data 15/03/2017 22:40:15
Torna all'inizio della Pagina

ALFINO
Utente Master


Veneto

4330 Messaggi

Inserito il - 07/03/2017 : 23:02:50  Mostra Profilo Invia a ALFINO un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Stelvio Veloce

Immagine:

87,99 KB

Immagine:

86,63 KB

Immagine:

88,76 KB

Immagine:

86,01 KB

Stelvio Quadrifoglio

Immagine:

79,93 KB
ops

Immagine:

89,58 KB

Immagine:

87,85 KB

CT 1.3
75 TS
Torna all'inizio della Pagina

ALFINO
Utente Master


Veneto

4330 Messaggi

Inserito il - 07/03/2017 : 23:06:57  Mostra Profilo Invia a ALFINO un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
4C Spider

Immagine:

87,84 KB

Immagine:

89,06 KB

Disco Volante

Immagine:

88,03 KB

Immagine:

88,78 KB

E dulcis in fundo un equipaggiamento air conditioned per Ieia

Immagine:

43,67 KB

CT 1.3
75 TS
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11023 Messaggi

Inserito il - 08/03/2017 : 07:46:06  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Thak you, Marco!!!!!

Ho un po' di problemi col PC e quindi ho chiesto a Marco (Alfino) il favore di caricare un po' di foto - che non ho fatto io, ben intesi, purtroppo, ma un carissimo amico, grande tecnico ed estimatore delle belle auto e del marchio Alfa - ma che sono state scattate ieri mattina al salone di Ginevra, cui spererei di partecipare magari l'anno prossimo.

Lo stand Alfa Romeo presenta la gamma al completo (anche s, ad oggi, non è estesissima): come si vede, lo stand è "d'impatto", con tutte i modelli rappresentati dalle loro rispettive versioni più potenti e/o appena presentate: MiTo con la Veloce, Giulietta anch'essa in versione Veloce, Giulia Quadrifoglio, 4 C Spider e Stelvio, quest'ultimo in versione Quadrifoglio (una vera anteprima per l'Europa) e 2 modelli Veloce (2.000 turbo benzina con 280 CV e 2.200 turbo diesel da 210 CV).

La Disco Volante Spider è opera della Carrozzeria Touring, realizzata sulla base della stupenda Alfa Romeo 8 C (che era una macchina veramente stupenda).

Si comincia ad avere una gamma e, cosa altrettanto importante, ogni modello è disponibile in molte versioni e con diverse motorizzazioni in modo da essere effettivamente competitivi con le avversarie.
Alfa Romeo, finalmente, dopo decenni pare aver davvero imboccato la strada giusta!

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 08/03/2017 08:01:48
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11023 Messaggi

Inserito il - 08/03/2017 : 11:38:09  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da ALFINO
Stelvio Quadrifoglio

Immagine:

79,93 KB
ops


Lei non mi par proprio uno Stelvio Quadrifoglio, comunque ... si fa decisamente apprezzare!
Oppure, Carlo, non ti piace neppure questa?

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 08/03/2017 11:40:41
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11023 Messaggi

Inserito il - 09/03/2017 : 14:37:49  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ALFA ROMEO STELVIO - Andamento delle ordinazioni

Stando a quanto detto da Alfredo Altavilla (responsabile vendite del mercato EMEA), l'interesse per l'Alfa Romeo Stelvio pare davvero essere altissimo, tanto che sta infatti ottenendo numeri record per quanto riguarda le ordinazioni.
Tale situazione mi è stata comunque confermata anche da un'altra fonte, assolutamente attendibile, e pertanto la grande soddisfazione espressa da Altavilla è assolutamente pertinente (non è marketing, tanto per capirsi).

Evidentemente la grande attesa suscitata da questo modello su appassionati e addetti ai lavori e la campagna marketing piuttosto aggressiva che sta caratterizzando il lancio sul mercato di Alfa Romeo Stelvio sembrano premiare le scelte dei dirigenti di Fiat Chrysler Automobiles che non hanno mai fatto mistero di puntare fortemente su questo veicolo.
Per Alfa, si tratta in gran parte di acquisire un tipo di clientela assolutamente nuova, gran parte della quale sottratta ai principali marchi concorrenti.
L'Alfa Romeo Stelvio, per le sue caratteristiche e per le preferenze del mercato, molto presto potrebbe rappresentare quasi il 50% delle vendite complessive dell'intero brand. Anche qui, i primi mesi di vendita saranno molto interessanti, ma occorrerà del tempo perché la vettura sia disponibile in tutte le sue versioni e possa essere commercializzata in tutte le aree cui è destinata: basti pensare, ad esempio, che il nuovissimo Suv sbarcherà negli Stati Uniti soltanto nella seconda parte dell’anno ed allora i numeri di vendita di questo veicolo potrebbero diventare davvero impressionanti.



ALFA ROMEO GIULIA - Ordinazioni

La presentazione di Alfa Romeo Stelvio sta facendo da traino anche alle vendite degli altri modelli Alfa Romeo: si pensi che ieri Alfa Romeo Giulia ha ottenuto il maggior numero di vendite in un solo giorno da quando la berlina è sbarcata sul mercato. Anche in questo caso, il dato riferito ad una giornata - naturalmente - può essere assolutamente fuorviante, ma so per certo che la produzione di Giulia ha subito un fortissimo incremento proprio per le crescenti richieste del mercato.



MASERATI LEVANTE - Produzione

Anche per la recentissima Maserati Levante le cose paiono proprio andare a gonfie vele, tanto che pare che la sua produzione stia viaggiando ben oltre il 30% in più rispetto al numero di esemplari che erano stati previsti. Anche questa è un'ottima notizia, perché l'apporto del Levante alle vendite Maserati sarà assolutamente determinante per raggiungere i livelli previsti di vendita.

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11023 Messaggi

Inserito il - 10/03/2017 : 08:14:40  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ALFA ROMEO IN FORMULA 1

ALFA ROMEO E TECNOLOGIA IBRIDA - FORMULA E

Marchionne ha ribadito ieri che, non appena i modelli Alfa Romeo lanciati raggiungeranno determinati traguardi previsti, rappresentativi del buon gradimento ottenuto dal mercato, il biscione farà il suo ritorno in Formula 1. Quello è il posto ed il ruolo di Alfa, per la sua storia e per le caratteristiche ed il carattere della auto che produce.

Marchionne quindi ha confermato anche che il rientro di Alfa in F.1 avverrà, ma senza precisare esattamente quando. Un'ottima notizia per i tanti sostenitori del marchio Alfa!

Il CEO della Ferrari ha anche parlato anche della possibilità che in futuro Ferrari e anche Alfa Romeo possano prendere parte - oltre che alla Formula 1 - anche alla Formula E, un campionato automobilistico ideato dalla Federazione Internazionale dell'Automobile (FIA) dedicata ai veicoli spinti da motori elettrici.
Marchionne, infatti dice di essere molto interessato a questa competizione, visto che il mercato guarda sempre più spesso all’elettrico ed all’ibrido; potersi confrontare in Formula E sarebbe molto importante per sperimentare le nuove tecnologie che un domani potranno essere trasferite sulle auto "normali", di produzione".

Piripicchio, hai visto che anche Marchionne ti ha voluto - in un certo senso - rassicurare?

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11023 Messaggi

Inserito il - 15/03/2017 : 13:56:37  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ALFA ROMEO - Prossimi modelli

Che farà l'Alfa Romeo nei prossimi anni? Quale sarà il prossimo modello su cui si concentreranno maggiormente perché possa essere immesso sul mercato (verosimilmente nel 2018)?
La domanda non ha una risposta ufficiale. Difficile dirlo.
Allo stato, Alfa Romeo è naturalmente concentrata con lo sviluppo delle varie versioni della Giulia e con il lancio del nuovissimo Stelvio, che nel corso di questo 2017 sarà disponibile anche con allestimenti e versioni ulteriori a quelli che sono stati presentati negli USA (quadrifoglio) ed a Ginevra.

Inoltre, nel 2017 proseguiranno gli sforzi per potenziare la rete commerciale (che in Italia ha già fatto passi da gigante, comunque), mentre in Europa si espanderà man mano che i nuovi modelli verranno richiesti dal mercato: anche questo è uno sforzo veramente importante, perché spesso la vecchia rete di distributori era veramente deficitaria; oggi hanno bisogno di operatori economici professionali e stabili, visto che il marchio avrà modelli molto appetibili.
Non se ne parli - poi - del mercato USA, dove verrà sfruttata la rete distributiva degli altri marchi americani di FCA (e di Fiat): quel mercato è destinato a dare grandi soddisfazioni, all'Alfa.

E per i modelli prossimi? Cosa si sa?
Direi poco. I managers di FCA hanno messo a punto un piano dotato di una elevatissima flessibilità: i tempi ed i modelli immessi sul mercato saranno dettati e stabiliti dal mercato stesso, dal suo andamento e dal grado di accogliemnto di Giulia e Stelvio, ovvero dei modelli che mano a mano vengono presentati al pubblico.

Ecco che allora si potrebbero avere diverse opzioni: tralasciando alcune "versioni particolari" di Giulia e Stelvio (e qui mi riferisco ad eventuali Giulia Sportwagon, Stelvio Coupè, etc. di cui non c'è nessuna sicurezza), le prossime vetture attese sono:

ALFETTA (Berlina di Segmento E)
SUV GRANDE (Segmento E)
GIULIETTA (Berlina di Segmento C)
SUV PICCOLO (Segmento C)
VERSIONI SPECIALI (GTV? SPIDER?)

Fare previsioni è davvero molto prematuro; qualunque di queste soluzioni avrebbe vantaggi e svantaggi.

Se dovessi scegliere io (che però non ho molti dati di mercato), opterei per l'ALFETTA (e, a seguire, il suo corrispondente SUV GRANDE), visto che il Segmento E ad oggi non è presidiato da nessuna vettura di Alfa Romeo; qui stiamo parlando di mettere in pista una gran macchina che possa tranquillamente rivaleggiare (e battere) le migliori vetture di tale segmento, cioè Mercedes Classe E, Audi A6 e Bmw Serie 5.

Produrre l'ALFETTA per Alfa vorrebbe dire allargare la platea della propria clientela, far entrare nelle proprie concessionarie un pubblico che - fino ad oggi - era abituato a frequentare gli stands di altri marchi prestigiosi e che si aggiungerebbe ai clienti storici e dei nuovi acquisiti con Giulia e Stelvio.
E' anche una questione di prestigio: avere in gamma una vera grande berlina, comoda me con le caratteristiche che connotano una vera Alfa Romeo, accrescerebbe notevolmente il fascino ed il grado di appetibilità del marchio in maniera assolutamente decisiva.
L'unico neo sarebbe che, per lo meno in Europa, i dati di mercato danno questo tipo di vetture un pochino in ribasso (non le versioni Suv, però), ma una vettura di questo tipo potrebbe diventare davvero molto appetita ed apprezzata negli USA e pure in Cina, una volta che le Alfa verranno commercializzate anche lì.
Fatta la berlina (l'Alfetta), il SUV GRANDE la seguirebbe a ruota.

In tal modo, le attuali GIULIETTA e MITO potrebbero così avere un orizzonte di vita un po' più lungo, le loro vendite potrebbero beneficiare del traino dovuto al prestigio del marchio che portano sul musetto 8in realtà, tale fattore potrebbe permettere loro un calo di vendite rallentato, visto che sono modelli un po' "datati"), per poi essere sostituite dopo aver messo a listino le vetture per presidiare anche il Segmento E del mercato.

Vedremo, perché non mi pare proprio una strategia così scontata: ad esempio, potrebbero invece optare per sostitiuire la GIULIETTA e/o per lanciare il SUV PICCOLO (e quindi rivedere l'offerta sul Segmento C) perché i volumi del Segmento C sarebbero ben maggiori di quelli che si otterrebbero con il Segmento E (che però garantisce maggiore valore aggiunto).

Se prevarrà quindi la necessità di ripartire i costi fissi sostenuti (progettazione di "Giorgio", dei nuovi motori, etc,) e quelli fissi da sostenere (nuovo impianto di produzione per le nuove di Segmento C) si opterà per partire dalle "piccole", altrimenti si partirà con le "grandi".
Vedremo che succederà.

In tutto questo, "navigano" alcune incognite relative ad una potenziale GTV e ad un'eventuale SPIDER che potrebbero arrivare anche a sorpresa.


Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 15/03/2017 15:10:12
Torna all'inizio della Pagina

Ieia
Utente Medio


Veneto

171 Messaggi

Inserito il - 18/03/2017 : 02:47:42  Mostra Profilo Invia a Ieia un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
La foto del clima fisso montato sull'auto è fenomenale, ce l'ho anche sul mio cell

Se potessi scegliere anch'io opterei come dice Stefano per l'Alfetta, anche perché colle campagne promozionali in corso la Giulietta viene via a prezzi decisamente buoni e quindi riesce, pur con un progetto non più freschissimo anche se ancora valido, ad avere vendite adeguate.
La Mito potrebbe non essere più prodotta ma sarebbe un errore perché ha una immagine nella visione collettiva migliore della Punto, anche se nell'ottica di una ridefinizione della gamma sarebbe indubbiamente la più sacrificabile.

Stefano

Alfa Romeo 156 1.9 jtd 2003
Moto Guzzi v7 Classic 2012
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11023 Messaggi

Inserito il - 19/03/2017 : 13:09:34  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
La MiTo non verrà sostituita, però in un certo senso potrebbe farne le veci una versione particolare della "Nuova Giulietta" (quando uscirà) dotata però di trazione anteriore (più semplice ed economica da costruire); in alternativa, potrebbe subentrarle una versione semplificata (a trazione anche questa solo anteriore) del "Suv piccolo" (che potrebbe avere anche una differenziazione stilistica, in modo da marcarne la differenza).

Sono solo ipotesi, ben inteso.

Anche per la futura Giulietta poso si sa: il piano prevedrebbe addirittura 2 veicoli nuovi (potrebbero essere una 5 porte ed una sportivetta ... chissà); spero in cuor mio che la vettura a 5 porte del segmento C venga realizzata, proprio per non perdere i clienti acquisiti nel tempo che hanno guidato le 147 e la Giulietta attuale. Un marchio come Alfa Romeo non può non presidiare il segmento C, specialmente in Europa dove questo segmento è di fondamentale importanza, visto che fa i numeri più importanti.

Bisogna vedere, quindi, verso quale segmento rivolgeranno la loro attenzione per primo: Alfetta + Suv grande (Segmento E) oppure Giulietta e Suv piccolo (Segmento c)? Ad oggi, è difficile dirlo.
Ne sapremo qualcosa di più nei prossimi mesi; è probabile anche che non abbiano ancora preso una decisione definitiva, ma comunque dovranno prenderla a brevissimo. Vedremo anche se la diffonderanno, visto che le strategie di Alfa andranno ad impattare su diversi costruttori Premium.

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11023 Messaggi

Inserito il - 21/03/2017 : 09:33:26  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
PROSSIMI MODELLI

Qualcosa, forse, comincia a muoversi.
Parrebbe - ma il condizionale continua ad essere d'obbligo - che stia acquistando sempre più credito l'ipotesi che il nuovo modello a debuttare sarà il SUV GRANDE (quello che forse potrebbe essere denominato "Brennero"), che poi verrebbe poco dopo affiancato dalle Berlina grande (quella che noi, da tempo, chiamiamo ALFETTA, per semplificare).

Quindi, le attenzioni parrebbero spostarsi in maniera decisa sul mitico Segmento E (auto grandi), caratterizzato da vetture molto ambite, costose, capaci di "fare immagine" e vendibili in tutti i mercati mondiali (Europa, Nord America e Cina, soprattutto).
Questa tipologia di auto, in effetti, sarebbe forse quella più importante che manca al marchio (non considero qui né GT né Spider, che sono di nicchia) per poter essere rilanciato a livello mondiale, abbracciando quindi una clientela che oggi non si rivolge ad Alfa e con la capacità di far tornare Alfa nell'olimpo delle auto considerate top nel mondo.

In questo caso, però, potrebbe esserci un'inversione di ruoli, rispetto a quanto capitato con la Giulia e lo Stelvio che presidiano il Segmento D (auto medie): potrebbe prima essere presentata la - diciamo - "versione Suv" e poi la versione berlina; sempre ricordando che, per ora, si rimane sempre nel campo delle ipotesi, in effetti il mercato delle berline di Segmento E pare essere un po' in contrazione (ma non in tutte le aree), mentre quello dei Suv continua la sua espansione.

Se questa fosse la strada che Alfa starebbe per intraprendere, si potrebbe ipotizzare un percorso analogo anche per il Segmento C (auto piccole) dove oggi Alfa ha l'attuale Giulietta: Alfa potrebbe presentare - dopo il lancio dei veicoli del Segmento E, quindi intorno al 2020 - prima il cosiddetto "SUV PICCOLO" che in una prima fase potrebbe affiancare la Giulietta di oggi (integrando così la gamma Alfa con un modello oggi molto richiesto ma assente nel listino del biscione) e poi la NUOVA GIULIETTA, destinata sempre a sostituire l'attuale media di Arese.

In tutto questo, GTV e SPIDER restano per ora delle sconosciute sia per quanto riguarda il loro lancio sia le loro caratteristiche: saranno delle coupè/aperte derivate dalle berline (stile una Giulia a 2 porte) oppure avranno una loro fisionomia propria, tipo la Giulia GT o l'Alfetta GT/GTV di una volta?
Anche qui, a me piacerebbe di più la seconda ipotesi, ma al giorno d'oggi - guardando anche quel che fa la concorrenza (BMW e Mercedes, soprattutto) - non è detto che sarà più facile introdurre versioni più vicine alle berline in produzione.



SITI PRODUTTIVI
Dato che avrete letto tutti le dichiarazioni di Marchionne fatte nelle scorse settimane sul "trasloco" della Fiat Panda da Pomigliano d'Arco (al 99% il nuovo modello varrà prodotto in Polonia), diventa sempre più probabile che lo stabilimento napoletano possa ritornare a produrre modelli esclusivamente Alfa Romeo; i modelli più facilmente accostabili a Pomigliano potrebbero essere sia la NUOVA GIULIETTA (che forse verrà prodotta in 2 differenti versioni) sia il SUV PICCOLO.
Se effettivamente fosse così, Pomigliano tornerebbe a produrre le vetture di Segmento C per le quali fu addirittura costruito: si partì con l'Alfasud e poi si passò per l'Alfa 33 (berlina e Sportwagon), le Alfa 145 e 146, nonché l'Alfa 147; l'attuale Giulietta no, viene prodotta a Cassino.

Per le future Alfetta e Suv grande, il sito più accreditato potrebbe essere quello di Mirafiori. Vedremo.


Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 121 Discussione  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Duetto Club Italia - Il forum © 2000-02 Snitz Communications Torna all'inizio della Pagina
Pagina generata in 0,36 secondi. TargatoNA.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000