Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

Non sei registrato? REGISTRATI!

 Tutti i Forum
 AREA STORICA
 Presente e futuro dell'Alfa
 Gruppo Fiat e marchio Alfa Romeo - il futuro.
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Pagina Precedente | Pagina Successiva
Autore Discussione
Pagina: di 121

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 13/12/2017 : 11:13:32  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
PROSSIMI MODELLI ALFA ROMEO

Continuano a circolare molte illazioni circa le future autovetture che verranno presentata dal marchio del Biscione e che entreranno in listino. Come sempre, più c'è silenzio (o comunque meno trapela) e più forti si fanno le "voci" che parlano di questo, piuttosto che di quel modello sulla rampa di lancio o cestinato.

La verità è che il Piano industriale di Alfa Romeo si deve integrare con quello di tutto il Gruppo FCA, in modo che non ci siano sovrapposizioni per quanto riguarda la clientela, esigenze di coprire il maggior numero di segmenti (magari utilizzando un solo modello di un marchio oppure farlo presidiare a modelli di più marchi ma con differenziazione netta per non cannibalizzarsi la clientela), esigenze di ordine produttivo (spostamento della produzione di alcuni modelli da uno stabilimento all'altro; questo è uno dei motivi per cui alcuni siti stanno un po' soffrendo anche in questo periodo), etc.

FCA, in effetti, ha presentato già diversi piani industriali che sono stati modificati nel corso del tempo; Marchionne ha sempre sostenuto di voler avere "le mani libere", cioè di voler predisporre di un Piano che peeò fosse modificabile in base a diverse esigenze, non ultima la domanda di mercato, visto che stiamo uscendo da una delle più importanti crisi economiche che ha mietuto molte vittime anche in campo automobilistico.
Da qui, la flessibilità ed i cambi nel tempo di tali piani.
La nuova versione verrà presentata entro Marzo 2018 (si spera lo facciano un po' prima di Marzo, comunque) e probabilmente è anche già stato definito nelle sue caratteristiche essenziali - seppur coperto da un alto livello di segretezza - d'altra parte più che comprensibile.

Le indiscrezioni che girano - ma che non hanno alcuna attendibilità - sono che:

MITO potrebbe cessare la produzione nel corso del 2018 (probabilmente l'uscita di scena della Fiat Punto con cui condivideva il pianale potrebbe incidere - in effetti - sulla produzione della "piccolina di casa"):

GIULIETTA potrebbe subire un altro restyling nel 2018 per prolungarne la vita (a me pare poco verosimile)

4C / $C SPIDER avrà invece quasi certamente una rivisitazione estetica (restyling) nel 2018 e probabilmente potrebbe essere dotata della motorizzazione della Giulia Veloce (a benzina, naturalmente) - 2.000 a 4 cilindri Turbo con 280 CV, in luogo dell'attuale 1.750 a 4 cilindri Turbo con 240 CV. Il cambio però sarà esclusivamente automatico (Fedeli dixit).

SUV PICCOLO / SUV GRANDE e 6C tutte intorno o post 2020 ... mancherebbe la Giulia Coupè e l'erede della Giulietta ... mah ...





Quindi, mi par proprio difficile che sarà così (ed in un certo senso, lo spero anche): ad oggi, una delle poche certezze dovrebbe essere l'aggiornamento di 4C e 4C SPIDER.

Della GIULIA COUPE', molto in vista su web e su alcune riviste, per la verità "mi dicono" di non averne praticamente sentito parlare; questo particolare, però, potrebbe anche non voler dir nulla.

Per la GIULIETTA, mi pare inverosimile che non venga prevista la realizzazione della sua erede, visto che il Segmento C è cruciale per numeri ed importanza in Europa e potrebbe contribuire a ripartire i costi fissi di molti investimenti (per esempio, quelli della progettazione e realizzazione del telaio Giorgio) su un numero di esemplari significativo. Inoltre, questa vettura ha già avuto un restyling recente e difficilmente queste operazioni possono prolungare la vita della vettura per anni ... E poi c'è anche l'esigenza di "far lavorare" gli stabilimenti italiani (e probabilmente per Giulietta dovrebbe trattarsi di Pomigliano d'Arco) ... insomma, ci sarebbe più di un motivo valido per cui Giulietta dovrebbe avere una sua degna erede.

Il SUV PICCOLO è una delle vetture maggiormente ambite e richieste dalla clientela, quindi non credo vi saranno dubbi riguarda la realizzazione di questa vettura, così come per il SUV GRANDE (di Segmento E).

L'ALFETTA (la berlina grande del Segmento E) è forse il modello che sta in lista, ma la cui realizzazione dipende molto dall'andamento dei mercati, in quanto la domanda per questa tipologia di vetture sembrerebbe in calo.

La 6C (chiamiamola così) verrà certamente prodotta ed avrà una peculiarità assoluta rispetto a tutte le altre Alfa Romeo prodotte e/o che verranno prodotte ...

Mi dicono che Alfa Romeo avrebbe diversi modelli quasi pronti per essere testati e messi in produzione, ma che per ora sono in stand-by: è molto probabile che FCA attenda di definire alcune operazioni essenziali, tipo lo scorporo do Magneti Marelli etc.: oh! Ricordiamo che stiamo parlando di un Gruppo che ha una certa prospettiva, ma che ha sfiorato il fallimento totale soltanto poco tempo fa ed è molto indebitato, quindi i passi devono essere attenti, ponderati e non si deve sbagliare, perché le risorse sono limitate vanno spese bene).

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 13/12/2017 11:21:48
Torna all'inizio della Pagina

giando01
Utente Master



Lombardia

5273 Messaggi

Inserito il - 13/12/2017 : 13:20:07  Mostra Profilo Invia a giando01 un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Mah io ho seri dubbi..gli obiettivi di vendita preposti da Marchionne sono stati ampiamente disattesi,e per cui vedi la trovata pubblicitaria di riportare il solo marchio in F1. Stiamo a vedere gli sviluppi; anche perchè Marchionne nel 2019 passerà il testimone, ma già dalla primavera 2018 sarà "affiancato", e le decisioni potrebbero essere molto diverse!

Socio D.C.I. 958
Spider 1,6 IV serie 1992
Giulietta 1,3 116.44 1979
Spider 916 2,0 T.S. 1996
Stelvio 2.0 TBI.
Honda CX500 1978
Honda CB350F 1974
Honda VFR750F 1988
BMW motorrad R80GS 1990
Ducati 796 2010

Modificato da - giando01 in data 13/12/2017 13:20:53
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 28/12/2017 : 10:55:35  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
SVILUPPI FUTURI DI ALFA ROMEO ...

Non si sa ancora nulla riguardao al piano industriale futuro, ma questo riguarda tutto il Gruppo FCA, per cui quello di Alfa Romeo ne costituisce soltanto una parte.
Mi pare d poter dire che nel medio termine, il marchio Alfa potrebbe davvero ampliare il proprio ruolo all'interno dei marchi FCA, grazie ad un ri-disegno delle strategie che riguarderanno alcuni dei suoi marchi ... "contigui" ... di più, nun se po' dì, ragazzi!!!

Intanto ho letto già su qualche sito, in giro, che la futura Alfa Romeo 6 C - chiamiamola così, anche se penso sarà proprio quello il suo nome definitivo - avrà delle caratteristiche assolutamente uniche rispetto a tutti gli altri modelli Alfa già a listino oppure che arriveranno: vi confermo che ... avrà una struttura che non mi sarei aspettato per questa vettura ed inoltre avrà - diciamo così - "nobilissime origini", tanto che si collocherà in una fascia di mercato di assoluto prestigio, facendo ritornare Alfa Romeo nell'olimpo dei marchi più blasonati del mondo.



Per quanto riguarda il resto dei futuri modelli (perchè questa 6 C sarà un vero cammeo in cima alla gamma del marchio!), dobbiamo aspettare che venga presentato questo benedetto piano, che per alcuni aspetti, penso che sarà sorprendente.
I progetti di Alfa ci sono, sono molti, ora dovranno decidere quali mandare avanti prima e quando: strategico sarà anche accorciare un po' i tempi, perchè anche se validissimi, i progetti invecchiano con una certa rapidità e se passa tropp tempo tocca rimetterci mano, altrimenti l'alternativa diventa quella di presentare modelli che verranno rapidamente "riprresi" dalla concorrenza.

Un altro aspetto strategico e delicato che Alfa deve affrontare, secondo me (che comunque non sono un esperto), è quello della crescita del settore distributivo: punti vendita e concessionarie devono coprire tutto il territorio europeo con una certa rapidità e, se i modelli in listino venissero supportati a dovere, le vendite certamente crescerebbero molto rapidamente. Problemi di questo tipo Alfa li ha anche negli USA ed in Cina, ma piano piano ci arriveranno, anche se con tempi un po' più lunghi: la fabbrica di Giulia e Stelvio ha le potenzialità per farvi fronte, speriamo che le incertezze dei primissimi anni di produzione possano costituire presto un ricordo. Certamente, comunque, nel lungo periodo io penso (ma esprimo un parere personale) che se lendite supereranno certe soglie, diventerà una necessità quella di produrre Alfa anche in USA - e poi, magari, anche in Cina; ma questi sono tempi ancora lontani, Alfa prima deve raggiungere una soglia critica di vetture prodotte, avre un listino completo ed incrementere le versioni dei modelli.

In ogni caso, una crescita media è da preferire ad una crescita rapidissima, perchè poi diventa difficile farvi fronte (assistenza, pezzi di ricambio, logistica, etc,) ed invece facilissimo scontentare i clienti, con conseguenti recensioni negative su giornali e riviste: quindi, bene così, con passo deciso e continuo.

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 28/12/2017 11:02:43
Torna all'inizio della Pagina

luigired
Utente Senior


Lazio

1445 Messaggi

Inserito il - 29/12/2017 : 19:31:45  Mostra Profilo Invia a luigired un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Pare che successivamente alla nuova 4C l'Alfa voglia lanciare, forse nel 2019, la Suv grande, con 7 posti e anche una motorizzazione ibrida. Questo sembrerebbe emergere dall'ultima intervista a Fedeli.
Luigired

Iscritto al Duetto Club Italia tessera n. 938
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 30/12/2017 : 16:18:16  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
La tecnologia ibrida condizionera' fortemente i piani di alcuni dei marchi FCA; per Alfa arriverà partendo dai modelli di punta, di cui per lo meno una versione verrà equipaggiata con tale tecnologia.

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 30/12/2017 16:18:47
Torna all'inizio della Pagina

luigired
Utente Senior


Lazio

1445 Messaggi

Inserito il - 04/01/2018 : 19:00:51  Mostra Profilo Invia a luigired un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Fabryvet

E' lei! E sono già emozionato!

Immagine:

27,07 KB



In un'intervista prima di Natale ripresa da Autosprint, Marchionne ha dichiarato che l'accordo con Sauber è solo il primo passo e che seguirà un vero impegno diretto dell'Alfa Romeo in F1 di natura tecnica e meccanica. Se ciò è vero e queste parole avranno un seguito, allora non si tratterà solo di adesivi...
Luigired

Iscritto al Duetto Club Italia tessera n. 938
Torna all'inizio della Pagina

Fabryvet
Utente Medio


Toscana

498 Messaggi

Inserito il - 08/01/2018 : 19:04:02  Mostra Profilo Invia a Fabryvet un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Io continuo a sperare... col cuore!
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 09/01/2018 : 14:07:27  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ALFA ROMEO - CONSUNTIVO 2017

I dati non sono completi, quindi magari proveremo a commentarli quando lo saranno (e magari se troverò il tempo ...). Quelli di Dicembre, comunque, non sono molto rosei per il Gruppo FCA, ma vanno sempre presi con le molle: un singolo mese non fa mai molto testo, dicembre poi è un mese assolutamente particolare, i livelli delle vendite dipendono non solo dalle richieste, ma anche dai ritmi produttivi delle fabbriche di scocche e propulsori, dalle giornate festive, dall'efficienza del canale distributivo, dagli invii per nave e/o treno (riguardo i mercati esteri), dalle politiche del costruttore (auto a Km.0, piuttosto che campagne promozionali, vendite di flotte aziendali, a società di noleggio, etc.), ergo come si vede, la situazione è sempre molto complessa e si rischia di essere un po' semplicistici.

Per Alfa Romeo è stato un anno importante, i numeri in ottima progressione (siamo a circa +25%), Giulia che sta piano piano rafforzando la sua penetrazione del mercato (e ampliando le versioni disponibili) e Stelvio lanciato nel corso dell'anno appena concluso. Il 2018, perciò, dovrebbe promettere bene.

Qualche problema - che comincia ad essere serio - invece, lo ha Giulietta, i cui dati hanno segnato una certa flessione, soprattutto nella seconda metà dell'anno: i dati di Giulietta, infatti, sono i maggiori responsabili per una non brillante performance di Alfa Romeo proprio a Dicembre.
La vettura, a questo punto, se la flessione si dovesse prolungare, ha bisogno di un certo sostegno commerciale, con campagne e promozioni, visto che la vettura è ancora apprezzata e le sue nuove sorelle maggiori (Giulia e Stelvio) possono avere nei suoi confronti un piccolo effetto trainante.
E' indubbio, però, che la sua sostituta non potrà ancora attendere molto ...


Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 14/01/2018 : 11:50:17  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
GIULIETTA (ma un po' anche MITO) in difficoltà con le vendite a dicembre e - per fortuna - hp notato che hanno fatto partire una campagna con spot televisivi per cercare di sostenere la vettura. ce ne è bisogno, perchè Giulietta rappresenta ancora una quota molto consistente delle vendite totali di Alfa Romeo e pertanto bisogna che tenga duro!!!!!

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 15/01/2018 : 19:51:29  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
D-SUV (=SUV GRANDE) - QUESTO IL PROSSIMO MODELLO ALFA AD ANDARE SUL MERCATO

"La sorella maggiore della Stelvio e la sorella minore della Levante avranno la priorità su tutto il resto". Questo quanto dichiarato da Marchionne al salone dell'Auto di Detroit poco fa.
Diciamo che per Alfa era abbastanza nell'aria: il Suv di grandi dimensioni manca nella sua gamma - che così, si allunga verso l'alto in maniera importante - ed è una vettura che ha ampia possibilità di successo sui principali mercati mondiali: USA, Europa e Cina. La vettura, inoltre, sarà in grado di contribuire maggiormente alla copertura dei costi ed al finanziamento degli altri progetti, in quanto sicuramente in grado di poter offrire dei margini davvero significativi.

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO
Torna all'inizio della Pagina

Gianlo
Utente Master


Veneto

8835 Messaggi

Inserito il - 15/01/2018 : 20:29:07  Mostra Profilo Invia a Gianlo un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Gli manca ancor di piu' un bel GT, a mio avviso.g

Gianlo
Socio DCI nr. 888
Duettista dell' Anno 2017
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 16/01/2018 : 11:28:46  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
Citazione:
Messaggio inserito da Gianlo

Gli manca ancor di piu' un bel GT, a mio avviso.g

Ma non c'è proprio dubbio!!!!
Concordo in pieno.
Ma la "sequenza di lancio" delle nuove vetture è importante e determinata da molteplici fattori: i risultati economici da raggiungere, i costi, la ricaduta in termini di marketing, i tempi ed i costi da sostenere, i siti produttivi utilizzabili (ed i rempi nesessari per allestirne la produzione), etc.

Il GT arriverà certamente ma, come detto più volte, sarà una vettura di "alto profilo", diciamo così, destinata a porsi al vertice della gamma ... per fare un paragone - perdonatemi - un po' come una volta fece la Montreal!
La nuova sportiva, comunque, avrà una connotazione sinceramente inattesa (per lo meno, io non me la sarei aspettata così!) e, come già anticipato in alcuni post fa, avrà caratteristiche assolutamente differenti da quelle che connoteranno tutte le nuova vetture di Alfa Romeo, sia quelle già lanciate (Giulia e Stelvio), sia quelle che verranno (e fra queste, come abbiamo detto, la prossima sarà la Suv grande di Segmento E).

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 16/01/2018 11:31:36
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 22/01/2018 : 18:29:47  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ALFA ROMEO 6 C

Continuano ad uscire articoli su questa vettura, ma che o non aggiungono nulla al pochissimo che è trapelato o - addirittura - ne riportano caratteristiche errate ... ma tant'è! In effetti su Alfa riescono a mantenere un elevato grado di riservatezza con una certa efficacia.
Quello che invece potrebbe anche essere possibile è il fatto che la vettura potrebbe anche essere presentata in anticipo - una sorta di preview - rispetto alla sua entrata effettiva in produzione: un modo per aumentarne l'attesa, tornare prepotentemente sui giornali e far parlare del marchio che - forse - ha bisogno di un paio di anni per il lancio dei suoi nuovi modelli tanto attesi e di più larga diffusione, per lo meno qui in Italia (= nuova Giulietta e C-Suv o Suv piccolo).



ALFA ROMEO E-SUV (Suv grande)

Se Marchionne ha detto che la priorità è per il nuovo E-Suv rispetto agli altri modelli, evidentemente sarà così. Questa vettura sarà certamente realizzata sulla piattaforma "Giorgio", sarà molto probabilmente una vettura configurabile anche a 7 posti e verrà prodotto, con tutta probabilità, a Torino, su una linea parallela a quella dell'attuale Maserati Levante (cosa che suggerirebbe la probabile/possibile adozione del pianale "Giorgio" anche per la futura erede della Levante; il futuro D-Suv di Maserati nascerà direttamente su telaio "Giorgio", quindi sarà pure probabile che verrà prodotta sulla stessa linea del "cugino" Stelvio).

Questa nuova vettura apporterà ad Alfa Romeo una clientela che Alfa non aveva mai avuto, non avendo mai proposto nei suoi listini un Suv prima di Stelvio (lasciamo stare la Matta ...), soprattutto di tali dimensioni. Quindi, i clienti del E-Suv saranno tutti clienti nuovi, importantissimi per il marchio. Questa vettura contribuirà ad estendere ed amplificare il prestigio del marchio anche presso persone che difficilmente avrebbero comprato Alfa Romeo.
Questa vettura, avendo una dimensione ed un massa maggiore di Giulia e Stelvio, secondo me potrebbe portare al debutto qualche nuova motorizzazione che, ad oggi, non c'è: forse non si tratterà di unità nuove, ma potrebbe essere un motore di quelli già in produzione, ma con un diverso step di potenza; per le versioni diesel ,oggi Alfa ha in produzione il 2.200 Turbo da 210 CV ... forse potrebbe debuttare un nuovo 3.000 a 6 cilindri, magari da destinare anche a Maserati ... ma questa è una "fesseria" che dico io, magari non se ne farà di nulla ... però, secondo me, per essere davvero pienamente concorrente alle regine del segmento, una motorizzazione diesel più potente sarebbe auspicabile ... forse ... boh?
Certo, la vettura sarà veramente imponente come dimensioni, cosa che si coniuga poco con la sportività che il marchio evoca; tuttavia ci proveranno anche perché quel segmento di mercato è molto importante ed una vettura alta di gamma nel segmento E ha - seppur con numeri non certo imponenti - grande potenzialità non solo in Europa, ma soprattutto in USA e Cina.
Forse sarà una vettura con un carattere meno "sportivo" di Stelvio ... però non si può negare che proprio col Suv-medio (Stelvio, appunto) - tanto temuto dai puristi (e pure da me!) - non abbiano fatto centro.

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 22/01/2018 18:36:47
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 24/01/2018 : 18:22:12  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
POMIGLIANO

Un'autorevole rivista specializzata americana riporta che sarebbe stata praticamente decisa la produzione di un modello Jeep più piccolo dell'attuale Renegade e che tale modello verrebbe realizzato sullo stesso telaio "Mini" oggi utilizzato per realizzare la Fiat Panda, la Fiat 500 e la Lancia Ypsilon.

Tale vettura verrebbe prodotta a Pomigliano, stabilimento dove oggi viene realizzata l'attuale Fiat Panda, ma la cui produzione entro il il 2019 ed il 2020 verrà fermata: la nuova versione della piccola Fiat, infatti, verrà realizzata in Polonia.

Ecco allora che lo stabilimento di Pomigliano, che si ipotizzava destinato alle vetture di Segmento C dell'Alfa Romeo (quindi, la futura Giulietta ed il futuro Suv-piccolo) potrebbe invece non essere destinato alle vetture del Biscione.
Questo fa scendere un'ulteriore ombra su questi 2 modelli futuri, molto attesi dagli automobilisti europei e - soprattutto - da quelli italiani, visto che le due future vetture verrebbero realizzate soprattutto per questi mercati.
Pertanto, su futura Giulietta e futuro Suv-piccolo, le nuvole si addensano ulteriormente ... o magari no! Mah ...

Ricordo che, dati alla mano, Giulietta (ma anche Mito, seppur in misura minore) stanno cominciando davvero a soffrire sul mercato tanto che la flessione accusata da Alfa Romeo in dicembre è in massima parte da attribuire a questi 2 modelli che continuano a costituire una parte considerevole dell'intera produzione di automobili del Biscione.

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO

Modificato da - stefanosir in data 24/01/2018 18:26:49
Torna all'inizio della Pagina

stefanosir
Duettista junior



Veneto

11001 Messaggi

Inserito il - 05/02/2018 : 12:06:10  Mostra Profilo Invia a stefanosir un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
ALFA ROMEO SAUBER F.1

La presentazione della vettura è stata fissata per il 20 Febbraio p.v., ergo fra 2 settimane. La monoposto verrà presentata on-line ed avrà verosimilmente la stessa livrea dell'esemplare utilizzato per l'annuncio del ritorno alle corse del Biscione; in tale occasione, venne utilizzata però una Sauber di qualche anno fa, quindi il modello che correrà la stagione 2018/19 sarà certamente molto diverso.

Socio D.C.I. n.892
Oo=V=oO
Torna all'inizio della Pagina
Pagina: di 121 Discussione  
Pagina Precedente | Pagina Successiva
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Duetto Club Italia - Il forum © 2000-02 Snitz Communications Torna all'inizio della Pagina
Pagina generata in 0,36 secondi. TargatoNA.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000